Home | Pubblicazioni | Atmosfere sociali | Innovatività contadina e sviluppo rurale. Un'analisi neo istituzionale del cambiamento in agricoltura in tre regioni del Sud Italia

Area riservata

 
 
Atmosfere sociali
Innovatività contadina e sviluppo rurale. Un'analisi neo istituzionale del cambiamento in agricoltura in tre regioni del Sud Italia


sviluppo ruraleIl libro, attraverso la presentazione dei risultati di una ricerca sulle dinamiche dell'agricoltura in tre regioni meridionali, affronta il tema del rinnovamento dell'imprenditoria agricola e dei servizi necessari a supportare questo importante processo in atto nelle arre rurali italiane.

Nel testo viene posta in evidenza l'importanza della ricostruzione e gestione di un ambito di contrattazione multilivello tra il soggetto individuale, l'impresa, ed i diversi soggetti pubblici e privati che vanno a definire il contesto politico ed istituzionale all'interno del quale il processo innovativo si sviluppa e si consolida o si esaurisce. Un processo innovativo che, attraverso percorsi diversi e spesso originali, conduce alla ricostituzione di una forte connessione tra agricoltura e territorio. Nei percorsi innovativi analizzati nel libro le specificità territoriali ambientali e storico-culturali, tornano ad assumere un ruolo chiave nel processo di qualificazione della pratica agricola e delle produzioni e servizi delle nuove imprese.

Siamo forse giunti al termine di quel processo di modernizzazione dell'agricoltura incentrato proprio sulla rimozione di tali specificità? Quali nuove conseguenze la "riterritorializzazione" dell'agricoltura comporta nell'assetto organizzativo delle imprese, in quello istituzionale e soprattutto in quello dei Servizi di Sviluppo Agricolo?

Questi gli interrogativi che emergono dal progetto di ricerca nell'ambito del quale è stato prodotto il materiale empirico utilizzato in questo libro, che riporta le conclusioni del lavoro effettuato, in nove aree rurali meridionali, nell'ambito del POM "attività di sostegno ai servizi di sviluppo per l'agricoltura"-misura 2. Al progetto, che ha avuto come capofila l'IREF, hanno partecipato il Dipartimento Sociologia Rurale dell'Università di Wageningen, ACLI terra e numerosi divulgatori delle regioni, Basilicata, Calabria e Sicilia.


stampanteStampa