Home | Focus di ricerca | Terzo Settore e Nuove Soggettività sociali | IX Rapporto sull'associazionismo sociale

Area riservata

 
 
Terzo Settore e Nuove Soggettività sociali
IX Rapporto sull'associazionismo sociale


Commissionato dalla CARIPLO, il IX Rapporto sull'associazionismo sociale  è un'indagine sulle nuove forme di partecipazione sociale alla luce dell’attuale crisi socio-economica.

L'ipotesi di partenza è: la nostra società civile ha sviluppato degli anticorpi per reagire ad uno stato conclamato di decadenza? Di quali antidoti si tratta e in quali strati della popolazione si concentrano? Accanto a ciò, gli italiani hanno dato vita a nuove esperienze associative per affrontare i numerosi problemi quotidiani che li assillano?
Attraverso un percorso di ricerca che, in parte, si muove nel solco delle passate edizioni, viene, infatti, riproposta la tradizionale indagine sulla popolazione adulta, per continuare a seguire da vicino l’evoluzione dell’associazionismo in Italia, cercando di capire se (e in che misura) i cittadini più informati e partecipativi abbiano un surplus di fiducia e di certezza nel futuro. Rispetto ai precedenti Rapporti, quest'ultima edizione è una sorta di viaggio-inchiesta nel paese per rintracciare alcune forme innovative di impegno civico e di solidarietà; in particolare, sono stati individuati alcuni “cantieri sociali” dove si preannuncia un cambiamento di rotta rispetto alla situazione di stallo in cui versa la nostra società: le famiglie che si organizzano in gruppi di acquisto o in associazioni di mutuo-aiuto per far fronte alle loro pressanti necessità; i giovani “precari” e i lavoratori maturi espulsi dal ciclo produttivo, che danno vita a reti informali di sostegno reciproco; i media indipendenti della società civile che, avvalendosi di piattaforme digitali, contribuiscono a qualificare e a rendere più pluralista l’informazione nel nostro paese; l’associazionismo giovanile che conduce una battaglia per la legalità nelle regioni dove è radicata la presenza della criminalità organizzata.

Per maggiori informazioni consulta il Working Paper redatto da Cristiano Caltabiano dal titolo Gli anticorpi della società civile

stampanteStampa